Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

L'esame delle urine
non entra in classe
L'INCHIESTA

Via la plastica
da negozi e market
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Il radar milionario
ha sbancato il Baffo
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una crisi energetica
dalla guerra del petrolio
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'Ok Corral innesca
la faida dei marsigliesi
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
È urgente arrivare
ad un'economia "pulita"
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
16.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Poschiavo
11.10.2018
Pubblicati i dati di funzionamento degli impianti di depurazione in Ticino [www.ti.ch/oasi]
04.10.2018
Avvio della consultazione del Progetto di risanamento fonico delle strade cantonali e comunali del Luganese [www.ti.ch/rumore]
03.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 15 ottobre prossimo
26.09.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da mercoledì 26 settembre 2018 alle ore 10.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
19.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2018
14.09.2018
Proscioglimento dagli obblighi militari 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, agosto 2018
06.09.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È il linea il nuovo dossier sul tema “La scuola che verrà”

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

FUORI DAL CORO di Giò Rezzonico
Immagini articolo
La vita da pensionato?
Carica di esperienza
Giò Rezzonico


Mia mamma, che è campata fino a 87 anni, mi diceva sempre che diventare vecchi è una brutta cosa. Un caro amico, padre Callisto, affermava invece il contrario - ma non mi sembrava molto convinto - e sottolineava che invecchiando si acquisisce saggezza. Da luglio sono parzialmente in pensione: lavoro ancora due giorni la settimana. La mia segretaria mi canzona e mi chiede se gli altri tre giorni andrò ad osservare i cantieri in costruzione. Per fortuna ho alcuni modelli di amici che hanno saputo e sanno gestire bene il ritiro dall’attività. Lavorano ancora, ma fanno ciò che piace loro e soprattutto lo fanno ai loro ritmi. Eliminano cioè la principale fonte di stress, che consiste nel lavorare a un ritmo imposto dagli eventi esterni e dover svolgere anche compiti ingrati: che per un dirigente mi sembrano sempre in aumento.
In questi primi mesi sto portando a termine tante cose che avevo rinviato al momento in cui avrei diminuito l’attività lavorativa. Per cui mi rimane pochissimo tempo libero. E mi chiedo: è così perché ho paura del vuoto? Probabilmente in parte sì. Ero abituato a non avere alcun spazio di inattività durante la giornata. L’unico modo per staccare efficacemente dal lavoro era partire in viaggio. Ma organizzavo i viaggi talmente nel dettaglio, che mi impegnavano tutto il giorno. E allora come metterla con questa nuova esperienza? Acciacchi permettendo, coltivando le mie passioni. Spero di poter viaggiare meglio e di più, di poter trascorrere più tempo sul lago, di poter tornare a leggere e a studiare per scrivere su argomenti che mi interessano, di potermi occupare con maggiore impegno delle fondazioni non a scopo di lucro create da alcuni cari amici. Come conciliare tutte queste attività? I modelli di chi ha saputo gestire bene il suo ritiro dal lavoro mi indicano che è necessario organizzare, nel rispetto dei propri ritmi, il proprio tempo. In caso contrario si rischia di essere insoddisfatti della propria esistenza.
E il rapporto con una vita di lavoro dedicata all’editoria? Ho la fortuna di avere un figlio che continua l’attività di famiglia nell’ambito di una proficua partnership con il Gruppo del Corriere del Ticino. Il mio augurio è che la saggezza di cui mi parlava padre Callisto, fondata su oltre quarant’anni di esperienza, sia davvero una realtà da mettere a disposizione delle giovani generazioni. A loro tocca il compito di fronteggiare le difficilissime sfide che l’editoria dovrà affrontare per continuare a garantire un’informazione indipendente, fondamento essenziale delle nostre democrazie. In generale ritengo che la nostra società dovrebbe gestire meglio le esperienze acquisite da noi anziani durante l’attività professionale, incanalandole e mettendole a disposizione di servizi utili alla comunità.
14-10-2018 01:00
La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Afghanistan:
attentato
a raduno
elettorale

Manifestazioni
a Parigi, in Europa,
nel mondo
per salvare il pianeta