Altri articoli
di 0
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Quando lo Stato
diventa mamma
L'INCHIESTA

Calano i morosi
delle Casse malati
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

L'anziano digitale
stimola la produttività
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il protezionismo,
retorica della paura
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
L'amore d'antan
nel "Regality show"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
25.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
23.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, aprile 2018
16.05.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 28 maggio 2018.
15.05.2018
Pubblicato un nuovo rapporto sullo sviluppo territoriale: "Nuove geografie della logistica nel Cantone Ticino" [www.ti.ch/ostti]
27.04.2018
Avvio della consultazione del Progetto di risanamento fonico delle strade cantonali e comunali del Bellinzonese e Locarnese-Vallemaggia
27.04.2018
Avvio della consultazione del Progetto di risanamento fonico delle strade cantonali e comunali della Riviera e Valli
25.04.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 7 maggio prossimo
18.04.2018
Pubblicato il nuovo sito tematico "Mobilità ciclabile" della Sezione della mobilità [www.ti.ch/bici]
17.04.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, marzo 2018
10.04.2018
Pubblicato il rendiconto 2017 del Consiglio della magistratura

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

IL PUNTO di Gerhard Lob
Immagini articolo
Se il "caso Mirante"
fa scuola a Zurigo
Gerhard Lob


Qualcuno, forse, lo ricorderà. Nel 2016 a Taverne Torricella la socialista Amalia Mirante viene eletta in Municipio, ma non riceve un dicastero vero e proprio. Le viene assegnato - contro la sua volontà - il neonato Dicastero cimiteri. Un caso estremo. Ma fatti del genere capitano pure in realtà molto più grandi. Questa settimana è stato il turno di Filippo Leutenegger, 65 anni, municipale Plr di Zurigo.
Nelle recenti elezioni, per la seconda volta ha sfidato il sindaco Corine Mauch (Ps) ed è stato sconfitto. Con sei poltrone su nove (3 ps, 2 verdi, 1 lista alternativa), la maggioranza rosso-verde dell’esecutivo cittadino è rimasta invariata. E proprio questa maggioranza ha deciso che Leutenegger, dal 2014 direttore del Dicastero opere pubbliche, si dovrà trasferire al Dicastero scuola e sport. Una decisione amara e umiliante per Leutenegger che voleva rimanere alle Opere pubbliche. Una magra consolazione anche il trasferimento del collega Richard Wollf (lista alternativa) che deve lasciare il Dicastero sicurezza.
Leutenegger su Twitter e altri social si è scatenato contro la maggioranza rosso-verde e la loro "arroganza", valutando la decisione "un danno per la concordanza e la fiducia". Tuttavia, Leutenegger si dovrà arrendere al fatto che la più grande città della Svizzera è dominata da anni da un’alleanza di sinistra. Il sindaco Mauch l’ha detto chiaramente: questa maggioranza dell’esecutivo non vuole lasciare il dossier legato al traffico all’esponente di un partito borghese. In particolare a Leutenegger viene rimproverato di non aver fatto abbastanza per la mobilità delle biciclette. Può stupire che argomenti di questo genere giochino un ruolo in una città ricca, sede di importanti  banche, assicurazioni e imprese. Ma anche questa è Zurigo.
Per Leutenegger, sposato in seconde nozze e padre di cinque figli, la decisione significa un tonfo della sua lunga e interessante carriera professionale. È stato tra i fondatori della Woz, settimanale della sinistra nella Svizzera tedesca, col tempo si è poi politicamente spostato a destra. È stato corrispondente per la televisione Srf in Ticino, ed anche storico e brillante moderatore della famosa trasmissione "Arena", arrivando al posto di direttore della Tv Srf. Si è dimesso nel 2002 per intraprendere una carriera politica nei ranghi del Plr che l’ha portato in Consiglio nazionale e poi nel Municipio della sua città. Comunque sia, siamo sicuri che ci sorprenderà ancora dopo aver digerito la rabbia.
20-05-2018 01:00

I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Londra:
il grande giorno
è finalmente
arrivato

L'arduo tentativo
della formazione
del governo
iracheno