function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Altri articoli
di 0
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2020
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2020
12.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2020
10.06.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 22 giugno 2020
04.06.2020
Swiss Mobility: opportunità di stage professionale in Svizzera per neodiplomati 2020
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'amato lingotto d'oro
che non tradisce mai
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
I feroci eredi di Bin Laden
alla conquista dell'Africa
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
LE PAROLE di Franco Zantonelli
Immagini articolo
Sarà un letargo estivo
un po' contronatura
Franco Zantonelli


CUCÙ Cucù, il Covid non c’è più! A oltre tre mesi dallo scoppio della grande paura, per il virus venuto dalla Cina, riprendiamo la vita di sempre. Lo hanno deciso gli stessi nostri governanti che, dopo aver annunciato con voce grave la chiusura delle scuole il 13 marzo, per poi confinarci in casa a tempo indeterminato, oggi danno il via libera a tutte quelle abitudini che pensavamo di dover abbandonare chissà per quanto tempo.
Basta con l’home working, riprendiamo l’home entertainment, l’eloquente messaggio di un operatore telefonico. A ricordarci l’incubo con cui ci siamo trovati confrontati c’è ancora, per fortuna, il dottor Garzoni. Compare online e su qualche cartellone pubblicitario, seduto in treno, con i soliti capelli sparati e la mascherina. Che, ormai, almeno da noi, dev’essere l’unico ad indossare. In caso di mala parata sappiamo che è pronto a intervenire, marziale e un po’ sopra le righe, il comandante Cocchi. Che Dio ce la mandi buona! Il letargo estivo ci pare contronatura.

CAMPER In Alaska è stato prudenzialmente portato via il Magic Bus, un relitto di torpedone degli Anni ’40, trasformato in camper da un giovane che vi andò ad abitarci fino alla morte per fame, attirato dal fascino delle Terre estreme, dal titolo del libro che Jon Krakauer ha scritto su quella vicenda. Troppi turisti rischiavano la vita tentando di raggiungere il rottame del bus, diventato un’icona per gli appassionati della vita fuori dagli schemi.
Per un camper sparito in Alaska, tanti ne sono piovuti sulle nostre strade. La pandemia ha fatto esplodere le vendite delle case da vacanza su quattro ruote. Che sono aumentate, così sembra, del 50%. Stando a quanto rivelato da Teleticino, sarebbero soprattutto le famiglie con bambini ad avere scoperto il fascino delle ferie formato camperisti. A conti fatti dovrebbero essere ferie più economiche, rispetto a quelle negli alberghi. Beninteso, una volta ammortizzato il prezzo del veicolo, che varia dai 25mila ai 300mila franchi.

PARANOIA L’uccisione di George Floyd a Minneapolis ha scatenato un fenomeno paragonabile al #MeToo. Come il mondo del cinema si è affrettato a distanziarsi da tutto ciò che era in odore di molestie, lo stesso sta capitando, con episodi al limite del paradossale, in campo sociale ed economico, per quanto riguarda i sospetti di razzismo.
Il caso del volto sorridente dell’Uncle Ben’s, dal ’46 effige dell’omonimo marchio di riso, che verrà sostituito, per riguardo alla gente di colore. Eppure Frank Brown, un maitre d’hotel afroamericano di Chicago, aveva dato con entusiasmo l’assenso a che il suo volto rappresentasse Uncle Ben.
27-06-2020 23:30

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Covid-19:
convivere
con il virus
a inizio estate

Berlino
anti-razzista
in piazza
contro le violenze

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00