Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Ecco le cinque ricette
per salvare l'aeroporto
L'INCHIESTA

Quei crimini di guerra
"congelati" da Berna
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Salvacondotto Ue
per La Valletta
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Millennial al potere
ma non "correct"
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Quelle vie d'uscita
per Gerusalemme
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La pizza nasce local
ma è diventata global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
07.12.2017
Pubblicati orari e tariffe dei trasporti pubblici, validi dal 10 dicembre 2017 [www.ti.ch/trasporti]
04.12.2017
Militare: Visite di reclutamento 2018
04.12.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 04.12.2017 [www.ti.ch/caccia]
01.12.2017
Pubblicato il Rapporto al Gran Consiglio sull'aggiornamento delle Linee direttive 2015-2019
30.11.2017
Consegna degli attestati 2017 alle nuove Guardie della natura [www.ti.ch/natura]
29.11.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria dell'11 dicembre prossimo
28.11.2017
Concorsi scolastici: sono aperti i concorsi per la nomina e l’incarico di docenti e operatori per l’anno scolastico 2018/2019
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017
15.11.2017
Istituto della formazione continua - Pubblicato il nuovo programma gennaio-giugno 2018 dei corsi base per formatori di apprendisti
15.11.2017
Comunicazione di prassi cantonale concernente le deduzioni di spese professionali particolari degli espatriati domiciliati nel Canton Ticino

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio



LE PAROLE di Franco Zantonelli
Immagini articolo
Salvacondotto Ue
per La Valletta
Franco Zantonelli


Destinazione Svizzera? Macchè. Lussemburgo? Nemmeno. È Malta la nuova terra promessa per chi fugge dalle tasse". Lo si poteva leggere, in maggio, sul settimanale L’Espresso, che aveva realizzato un’inchiesta, sui traffici, nell’isola, insieme ad altri giornali. Eppure Malta, diventata la "Panama d’Europa" secondo Walter Borjans, ministro delle Finanze del Nord Reno Westfalia, grazie al fatto che si trova nell’Ue ed ha adottato l’Euro, non figura né nella lista nera né in quella grigia dell’Ecofin, contrariamente alla Svizzera.
Ecco, mentre da noi si festeggia il ventennale del no allo Spazio Economico Europeo, La Valletta potrebbe festeggiare il salvacondotto, fornitole dall’appartenenza all’Ue.
***
Al centro di bufale, ma senza l’esclusiva del genere. Ci riferiamo all’uomo d’affari italiano Alessandro Proto. Il quale, nei giorni scorsi, ha tentato di farci credere che "l’orco" Weinstein era suo ospite a Lugano per trascorrere le vacanze di Natale. In realtà fake news come quella fanno parte della storia del giornalismo, con precedenti ben più illustri. Ventinove anni fa, ad esempio, l’autorevole Le Monde annunciò il suicidio dell’attrice italiana Monica Vitti. Il quotidiano, che poi rimediò inviando alla malcapitata un mazzo di rose, venne ingannato da una telefonata fatta, a quanto pare, per screditarlo.
Ancora più clamoroso il falso storico riguardante Maria Antonietta e la sua famosa frase sulle "brioches". "Se non hanno più fame mangino brioches", avrebbe detto la regina riferendosi ai sudditi affamati. In realtà quell’espressione infelice le venne attribuita, nonostante fosse da ricondurre a un libro di Jean Jacques Rousseau di parecchi anni addietro. Eppure, alla vigilia della rivoluzione, cascava a fagiolo. Altro che Weinstein a Lugano.
***
In un Paese, il nostro, dove praticamente una coppia su due si separa o divorzia, suscitano tenerezza Sylvia e Walter Frei, conosciutisi a 4 anni, sposi da 65 anni e tutt’ora innamorati. Li ha immortalati, ponendoli al centro di un’esposizione, il fotografo di Bienne, Rolf Neeser. I coniugi Frei, lei nata a Soletta lui a Lucerna, hanno condiviso la passione per la musica, dando concerti come vocalisti, e per la pittura, realizzando diverse esposizioni.
Sono rimasti due fidanzatini di Peynet per sempre, ancora legati al ritmi del mondo in cui si sono conosciuti. Mai avuto la patente, neppure la radio e neanche la tv. Il fotografo Neeser, che li ha conosciuti nella città vecchia di Bienne, ne ha tratto uno dei più bei reportages della sua carriera. Grazie a quella freccia di cupido che non si è mai spezzata.
10-12-2017 01:00

I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Al-Abadi
dichiara la fine
della guerra
all'Isis in Iraq

I 300 giorni
di carcere
del giornalista
Deniz Yucel