Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Troppa canapa light
e il mercato è saturo
L'INCHIESTA

Se lavori oltre i 65
rendite più ricche
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Dagli esodati
ai pensionati d'oro
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una tregua "olimpica"
riunisce le due Coree
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La folle corsa nucleare
non è solo propaganda
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La tendenza a esagere
...ereditata dai greci
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, gennaio 2018
12.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre 2017
12.02.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È in linea il nuovo dossier concernente la protezione dell'ambiente in Ticino
08.02.2018
La Segreteria del Gran Consiglio ha pubblicato la lista delle presenze dei Deputati alle sedute della legislatura in corso
07.02.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 febbraio prossimo
01.02.2018
Aggiornato il formulario della domanda di costruzione (versione 01.2018) [www.ti.ch/edilizia]
31.01.2018
Lingue e stage all'estero - 20 anni di scambi linguistici. Partecipa al concorso.
22.01.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2017
11.01.2018
Prova delle Sirene 2018
10.01.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 22 gennaio 2018.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

NUMERI di Loretta Napoleoni
Immagini articolo
Il business americano
dei prodotti invenduti
Loretta Napoleoni


Che fine fanno i prodotti non venduti? Una domanda importante nella società dei consumi. Per trovare la risposta bisogna analizzare il mercato al dettaglio dell’economia più avanzata: gli Stati Uniti.
Sono da sempre il Paese dei saldi e gennaio e febbraio sono i mesi del picco delle svendite. Ma mai come quest’anno i consumatori hanno avuto a disposizione tanti sconti. Secondo la National Retail Federation, associazione che monitora le vendite al consumo, da novembre a dicembre del 2017 gli americani hanno speso 692 miliardi di dollari, registrando così la crescita maggiore dal Natale del 2011. Circa il 13% di questi prodotti, pari a 90 miliardi di dollari, dovrebbe essere restituito entro la fine di febbraio e poi rimesso in vendita. Ciò spiega perché a gennaio del 2018 il cosiddetto mercato secondario del commercio al dettaglio, e cioè quello dei saldi, ha subito un aumento di volume. Nel 2016, il valore dei saldi, compresi i residui di magazzino e gli articoli non venduti, è stato pari a 554 miliardi, un aumento del 7,5% circa rispetto all’anno precedente. Nel 2017 le previsioni sono per un tasso di crescita superiore all’8 per cento.
In parte il boom del mercato dei saldi è dovuto alla popolarità degli acquisti online, dove i prodotti hanno maggiori probabilità di essere restituiti. I consumatori rimandano indietro principalmente abbigliamento, elettrodomestici, prodotti di bellezza e sportivi, tutti poi super-scontati nelle svendite.
I rivenditori scaricano regolarmente sul mercato dei saldi i prodotti non venduti. È questo ormai un ecosistema commerciale dove i consumatori possono acquistare beni costosi per una manciata di dollari negli outlet, nelle aste online, nei mercatini delle pulci o nei grandi magazzini. Per avere un’idea dell’ampiezza  degli sconti, questo fine settimana Best Buy, una catena che vende elettrodomestici, offre su un sito online 49 lavatrici e asciugatrici acquistate a Natale e respinte dagli acquirenti, al 68% del prezzo pieno. Sears Holding offre ribassi fino al 93% sull’abbigliamento sportivo, intimo e sugli accessori. I rivenditori al dettaglio recuperano dai saldi un massimo del 30 per cento del prezzo del prodotto. Ma in media sono fortunati se intascano il 15 o il 20%.
Per i consumatori le vere occasioni sono online e negli outlet. Dal 2008 le vendite all’asta online sono cresciute del 66% e quelle degli outlet sono raddoppiate. Il 2018, dunque, non sarà solo un anno di grassa per i rivenditori al dettaglio ma anche per chi saprà muoversi nel labirinto del mercato delle occasioni.
18-02-2018 01:00

I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Kosovo:
si festeggiano
i 10 anni
d'indipendenza

Messico:
la terra trema
e le paure
riaffiorano