Le sette raccomandazioni per la nuova facoltà di medicina
"Conflitti d'interesse?
La vigilanza non serve"
LIBERO D'AGOSTINO


Sette le raccomandazioni rivolte al governo nel rapporto di Mauro Dell’Ambrogio. Innanzitutto, secondo l’ex segretario di Stato non è necessario per il Cantone istituire "una particolare vigilanza" sull’organizzazione e lo sviluppo del Mmu, il Master in medicina.
In secondo luogo, se il cumulo di funzioni universitarie ed ospedaliere è indispensabile per le sinergie, può però innescare conflitti d’interesse. "Gli organi direttivi dell’Università e dell’Ente ospedaliero cantonale - si raccomanda - devono conservare nel tempo, in stretta coordinazione fra loro, un efficace coordinamento gestionale, sottratto al controllo della facoltà di medicina". Si richiede anche una particolare attenzione al coordinamento tra Usi ed Eoc per la ricerca.
Dal profilo finanziario si suggerisce di versare separatamente il contributo all’Usi almeno sino al funzionamento a pieno regime del Mmu, e "considerando in futuro le sinergie con la politica di promovimento economico e dell’innovazione per rafforzare il settore biomedico in Ticino". Sebbene sia per ora prematuro un negoziato del Cantone con l’Eoc per valutare le conseguenze del Mmu, si consiglia, però, di tenerne conto nel contratto di prestazione.
Dell’Ambrogio ricorda, inoltre, che "va definito il fabbisogno di spazi da pianificare come investimenti universitari ed ospedalieri, in considerazione delle diverse basi legali e le possibilità di sussidio per Usi ed Eoc".
Infine, si precisa che un eventuale monitoraggio esterno ha senso solo se finalizzato a valutare gli effetti che il Mmu e la facoltà di biomedicina hanno avuto a lungo termine in Ticino su un ampio spettro di indicatori economici e sociali.
07.07.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
23.10.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 4 novembre 2019
15.10.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2019
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
19.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2019
17.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il forte "Zar Vladimir"
va indietro nel tempo
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Brasile: Lula
torna libero
dopo 19 mesi
di carcere

Spagna:
Sanchez
sfida
Vox

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00