Opinioni a confronto su un progetto di "Swiss Medical"
"Bisona incentivare
abitudini più sane"
PATRIZIA GUENZI


Per evitare malattie e patologie la prevenzione è fondamentale. E si inizia da subito, da piccoli. Imparare quei comportamenti che evitano di finire nello studio di un medico: mangiare sano, fare movimento, non fumare, non bere alcolici. Anche su questo punta la rete di cure proposta da Swiss Medical Network, composta da un’assicurazione, dei medici, degli ospedali e altri partner sanitari. "Sin dai primi anni di scuola bisognerebbe insegnare ai bambini queste buone regole", sottolinea  Philippe Luchsinger, presidente dell’Associazione svizzera dei medici di famiglia e dell’infanzia.
E si sa, l’educazione del paziente passa soprattutto dallo studio del medico di famiglia. Sono loro i principali responsabili, quelli che dovrebbero spiegare ai pazienti cosa fare e cosa non fare per mantenersi in buona salute. "Purtroppo il tempo per fare questo è pochissimo - osserva Luchsinger -. Ecco perché a mio parere l’idea di una rete di cure potrebbe essere interessante. Tutti i partner remerebbero nella stessa direzione, perché tutti interessati a mantenere in salute il più a lungo possibile i propri membri".
Luchsinger conosce bene la proposta di Antoine Hubert. "In Svizzera esistono già delle reti che si basano più o meno sugli stessi principi - dice -. In cui si escludono le prestazioni troppo costose. Il che non significa non curare bene il paziente. Anzi. Significa invece puntare sulla qualità, cioè fare ciò che occorre, evitando visite, esami, farmaci e tanti altri servizi inutili. In una rete di cure c’è un’équipe impegnata a decidere ciò che è meglio per il paziente".
La qualità, dunque. Che non per forza vuol dire fare di più. È il principio su cui si basa la filosofia del "Choosing Wisely", il cui obiettivo è proprio quello di favorire il dialogo dei medici e degli altri professionisti della salute con i pazienti su esami diagnostici, trattamenti e procedure a rischio di inappropriatezza, per giungere a scelte informate e condivise. "Non è sempre facile - osserva Luchsinger -. Spesso il paziente pretende determinate prestazioni e se non le riceve da un medico se ne va da un altro. Sta a noi spiegargli che  quella terapia nel suo caso non servirebbe a migliorare la situazione".   
Tornando alla qualità delle cure, per Luchsinger "significa anche individuare quegli operatori sanitari o quelle strutture che hanno più esperienza, che possono garantire cure di prim’ordine. E una rete che comprende operatori capaci riesce a coinvolgere il paziente, è in grado di spiegare il perché di una determinata terapia piuttosto che di un’altra. Senza per questo minare la libertà di scelta del malato".
06.10.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
23.10.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 4 novembre 2019
15.10.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2019
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
19.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2019
17.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il forte "Zar Vladimir"
va indietro nel tempo
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Brasile: Lula
torna libero
dopo 19 mesi
di carcere

Spagna:
Sanchez
sfida
Vox

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00