Il diario
Un gioco dove tutti
rischianodi perdere
GIUSEPPE ZOIS


Caro Diario,
ci risiamo. La lingua batte dove il dente duole e il dente che fa male può essere anche il gioco, meglio, la febbre del gioco. Non si tratta di percezioni soggettive: sono le cifre ad allarmare su questo fenomeno, in cui anche la crisi con tutta la coda che si porta dietro esercita la sua nefasta influenza. Nel Ticino a soffrire del "mal di grattare" (o "slottare") è l’uno per cento della popolazione.
QUELLO CHE HA DETTO la psicologa Anna Maria Sani del comitato Gruppo Azzardo Ticino (Gat) in un’intervista al CdT è inquietante: "La metà sono giocatori patologici, che hanno già un vissuto negativo in ambito sociale, familiare o finanziario. L’altra metà, invece, è a rischio. Sembra un numero ristretto di persone, ma non va dimenticato che attorno a ogni giocatore patologico ci sono almeno 10 persone che soffrono". Può nascere una dipendenza paragonabile a quella da alcol. Un sintomo del disagio sono anche le consulenze, raddoppiate negli ultimi due anni.
LA NUOVA LEGGE federale contempla regole severe per casinò e lotterie online e tuttavia chiunque può sperimentare la facilità di tentar la fortuna al gioco: c’è l’imbarazzo della scelta. I nuovi Gatti&Volpi che promettono improbabili "campi dei miracoli" e miniere d’oro zecchino si sono fatti furbi, alcuni irresistibili. Dai "gratta e vinci" in decine di appetitosi stuzzichini, perché alla portata di tutte le tasche, si è passati ai giochi in rete, a scommesse di ogni genere.
"RESISTIAMO a tutto tranne che alle tentazioni" ammonisce sarcastico Oscar Wilde e questo è un tempo di sirene moltiplicate. Un sinonimo evolutivo potrebbe essere "ossessione", quella spinta incontenibile, in gergo "compulsiva", a trovare il rimedio a un vuoto, con abbondanza di cause. In genere, chi perde, spera di rifarsi subito con un immediato nuovo tentativo; chi vince qualcosa, è ingolosito a osare di più. L’appetito vien mangiando e però svuota il portafoglio, arrivando a disastrare famiglie, che precipitano in mulinelli dai quali è difficile uscire. Né si può immaginare o pretendere che in una società della dismisura come l’attuale le famiglie, debilitate e fragili, possano educare da sole all’equilibrio. Come far capire che tutto quanto si può fare, non è per ciò stesso anche possibile, consigliabile o lecito?
IL PROBLEMA è che un po’ tutti ci ritroviamo sempre meno in grado di soffermarci su qualcosa, aiutando a riflettere e ragionare. Si è fatto arduo far comprendere che esiste un rapporto tra azioni e conseguenze. Tutto va veloce, non ci si ferma e intanto ci perdiamo un po’ tutti. Non solo al gioco, purtroppo.
20.10.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
23.10.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 4 novembre 2019
15.10.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2019
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
19.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2019
17.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il forte "Zar Vladimir"
va indietro nel tempo
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Brasile: Lula
torna libero
dopo 19 mesi
di carcere

Spagna:
Sanchez
sfida
Vox

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00