Fuori dal coro
La democrazia crea
i peggiori avversari
GIÒ REZZONICO


Sono stati in molti ad affermare che la democrazia è la peggior forma di governo ad eccezione di tutte le altre, che di volta in volta sono state sperimentate. In altre parole, non è la forma di governo perfetto - che non esiste, finché sarà l’essere umano ad applicarla - ma è quella meno peggiore che si conosca. Partendo da questa constatazione, penso difficilmente contestabile, alcuni fatti accaduti quest’estate mi ispirano alcune riflessioni.
A Hong Kong e in Russia abbiamo visto cittadini mettere a repentaglio la propria vita per ottenere quelle libertà che sono garantite dalle democrazie occidentali. Libertà più o meno assicurate da uno stato di diritto basato sulla separazione dei poteri (esecutivo, legislativo, giudiziario), sul suffragio universale, sulla laicità dello stato (chiara separazione tra potere politico e potere ecclesiastico), su un reale confronto tra forze politiche diverse, su una stampa libera. Tutti noi abbiamo "partecipato", spero con simpatia, a queste manifestazioni prevalentemente pacifiche. Ma stiamo assistendo a sviluppi pericolosi nelle democrazie. In Occidente l’elettorato sembra sedotto da figure autoritarie. Figure come Donald Trump, Boris Johnson, Matteo Salvini, per non parlare di altre, popolari in Polonia, in Ungheria, in Brasile, in India. Per fortuna il buon senso è riuscito a mettere all’angolo Salvini in Italia. E, forse, allo stesso destino sembra avviato Boris Johnson in Gran Bretagna. Entrambi rei di essersi creduti infallibili.
Ho seguito con attenzione e apprensione nei mesi scorsi l’ascesa di Salvini - un fan di Putin - che ho giudicato particolarmente pericoloso soprattutto quando ha chiesto agli italiani di conferirgli pieni poteri. In nome di cosa? In nome del popolo. Conquistato (nei sondaggi ha raggiunto il 40% di consensi) con slogan semplici ma efficaci e dando l’impressione che i problemi non siano complessi, come in realtà sono, ma facili da individuare e risolvere, come nelle discussioni che avvengono nei bar. Di fronte alle critiche e alle inchieste della magistratura, ha sempre detto che lui rispondeva solo agli italiani. Considerandosi depositario della volontà popolare al di fuori e al di sopra di quelle istituzioni sulle quali si fonda uno stato democratico. Purtroppo la democrazia è l’unico sistema politico, che, se frainteso, permette ai suoi avversari di assumere il potere per poi non rispettare proprio quei principi che ne hanno garantito l’ascesa. È quanto rischiava di accadere in Italia se Salvini non fosse stato messo, temporaneamente, all’angolo.
08.09.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
19.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2019
17.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2019
11.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2019
09.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2019
04.09.2019
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 16 settembre prossimo
03.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio 2019
02.09.2019
Aggiornati e completati i dati sugli impianti di depurazione delle acque [www.ti.ch/oasi]
30.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, luglio 2019
27.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2018
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Per ora fare il pieno
costerà a tutti di più
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I migranti in Libia
come arma di ricatto
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Onda verde e giovane
delle nuove generazioni
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


La copertina
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Spagna: studiava
per colpire,
arrestato jihadista

Germania, accordo
con il Messico
per reclutare
infermieri

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00