L'Mps torna alla carica sulle pensioni dei consiglieri di Stato
Immagini articolo
Una nuova denuncia
sulle rendite dei ministri
ANDREA BERTAGNI


Egregio signor procuratore". Sulla legalità dei riscatti pensionistici dei consiglieri di Stato l’Mps, dopo avere più volte sollevato il caso nella passata legislatura, ritorna alla carica. E lo fa con una raccomandata al procuratore generale Andrea Pagani. Per il deputato Matteo Pronzini "i pronunciamenti del Gran consiglio, ispirati al desiderio di chiudere la faccenda sulla base di decisioni politiche, non possono certo cancellare gli eventuali aspetti di rilevanza penale". In particolare, Pronzini chiede "una sua decisione sulla questione degli importi con i quali sono stati riscattati alcuni anni di servizio (come consiglieri di Stato) da ex membri del governo".  Secondo Pronzini - che oltre alla segnalazione alla magistratura ha presentato al Consiglio di Stato una interpellanza con 11 domande - "essi sono stati riscattati a somme decisamente più basse di quelle che una corretta applicazione delle disposizioni attuariali vorrebbero". Arrecando in questo modo un danno di almeno 3 milioni di franchi allo Stato.
La "questione pensioni", secondo Pronzini, diventa ancora più urgente poiché, proprio in questi giorni il Consiglio di Stato dovrà decidere, attraverso un atto risolutivo formale, l’ammontare della pensione dell’ex ministro Beltraminelli, non riconfermato nella sua carica, dopo 8 anni di legislatura. Tanto più, annota il deputato, che "la sua rendita verrà calcolata non su 8, ma su 12 anni poiché egli era proprio uno di quei consiglieri di Stato in carica (unitamente a Manuele Bertoli e Christian Vitta) che aveva riscattato anni di servizio (4 per l’esattezza)".  
Pronzini, va detto, non è l’unico a farsi domande. Anche il giurista del Gran Consiglio Tiziano Veronelli a cui la Sottocommissione finanze del Parlamento aveva chiesto a suo tempo una valutazione giuridica aveva evidenziato come un problema poteva porsi proprio in relazione ai calcoli sinora attuati per determinare il costo degli anni riscattabili. In questo senso, aveva segnalato Veronelli, il quesito andrebbe posto a chi ha eseguito i calcoli, a uno specialista. A sottoporre la questione a uno specialista, Raymond Schmutz, professore ordinario del Dipartimento di scienze attuariali dell’Università di Losanna, era stato lo stesso Pronzini. Cosa era emerso? Secondo Schmutz, gli importi con i quali alcuni ex ministri e alcuni consiglieri di Stato in carica hanno pagato anni di funzioni come ministri sarebbero appunto troppo bassi. Parti della perizia sono riportate nell’interpellanza.
La nuova lettera spedita al procuratore generale è dunque destinata a riaprire il caso già battezzato "Pensionopoli". Uno degli scandali che ha scosso l’ultima legislatura.
12.05.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
19.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2019
17.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2019
11.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2019
09.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2019
04.09.2019
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 16 settembre prossimo
03.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio 2019
02.09.2019
Aggiornati e completati i dati sugli impianti di depurazione delle acque [www.ti.ch/oasi]
30.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, luglio 2019
27.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2018
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Per ora fare il pieno
costerà a tutti di più
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I migranti in Libia
come arma di ricatto
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Onda verde e giovane
delle nuove generazioni
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


La copertina
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Spagna: studiava
per colpire,
arrestato jihadista

Germania, accordo
con il Messico
per reclutare
infermieri

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00