La classifica dei parlamentari più chiacchieroni in aula
Immagini articolo
Ticinesi taciturni
a Palazzo federale
ANDREA STERN


È provato scientificamente che le donne parlano più degli uomini. 16.215 vocaboli al giorno contro 15.669, secondo uno studio dell’Università dell’Arizona, addirittura 20mila parole al giorno contro 7mila, in base a una ricerca della scienziata e neuropsichiatra americana Louann Brizendine.
Ma evidentemente la scienza è rimasta fuori da Palazzo federale. Perché nel confronto tra parlamentari - dove i ticinesi risultano tra i più taciturni - emerge che quando si tratta di esprimersi davanti al plenum in realtà le donne sono molto meno chiacchierone degli uomini. In cifre, una consigliera agli Stati parla il 19% meno a lungo rispetto a un consigliere agli Stati. E anche in Consiglio nazionale il "pulpito" è principalmente maschile, come dimostrano i calcoli effettuati dalla rivista Beobachter in collaborazione con Open Data. "I ruoli di genere - ha commentato la verde Lisa Mazzone - sono ancora una realtà, anche in Parlamento".
Beobachter ha analizzato le 867 ore di discorsi che si sono tenuti nei primi tre anni della legislatura ormai agli sgoccioli. Scoprendo, statistiche alla mano, che in Consiglio nazionale colui che più di tutti ha esibito la propria capacità oratoria è stato Balthasar Glättli. Il capogruppo dei Verdi ha parlato complessivamente per 10 ore e 45 minuti, appena più del verde liberale Beat Flach (10 ore e 24 minuti) e del cristiano sociale Karl Vogler (10 ore e 9 minuti). All’altro estremo della classifica figura la deputata udc Barbara Keller-Inhelder, che in tre anni ha aperto bocca solamente per cinque minuti. "Molti deputati parlano solo per poter avere quindici secondi di visibilità al telegiornale – si è difesa la parlamentare più taciturna -. Ma non è con i discorsi davanti al plenum che si trovano le soluzioni". Dal canto suo Balthasar Glättli ha giustificato il proprio record con il fatto di essere il portavoce di un piccolo partito, che conta pochi rappresentanti a Berna.
Resta il fatto che gli uomini  sono più prolissi delle donne, in particolare se militano a sinistra. I socialisti, i verdi e i verdi liberali parlano tutti più della media. I liberali radicali e i popolari democratici stanno in mezzo, come spesso accade. Mentre i parlamentari più silenziosi sono tutti tra le fila dell’Udc.
E tra i rappresentanti ticinesi chi è il più chiacchierone? Al Consiglio agli Stati è il popolare democratico Filippo Lombardi, che ha preso la parola per 7 ore e 18 minuti. Mentre in Nazionale è Marco Romano, anche lui ppd, con 4 ore e 42 minuti. Il parlamentare ticinese più taciturno è invece risultato essere Marco Chiesa, sul "pulpito" per soli 27 minuti.
Nella classifica della Camera bassa vanno tuttavia sottolineate alcune assenze di peso. In primo luogo quello dell’unica socialista ticinese, Marina Carobbio, che in qualità di presidente del Consiglio nazionale ha avuto maggior diritto di parola rispetto ai colleghi e quindi non è stata considerata nell’analisi. Manca inoltre il liberale radicale Ignazio Cassis, poiché eletto in Consiglio federale a legislatura in corso. Così come manca il subentrante di Cassis, Rocco Cattaneo.
a.s.
08.09.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, gennaio 2020
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, gennaio 2020
05.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 17 febbraio 2020
16.01.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2019
10.01.2020
Arge Alp: pubblicato un bando di concorso per un posto vacante presso il segretariato generale
08.01.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 20 gennaio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se il virus ci trascinerà
in una recessione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Dalla tavola sovranista
a quella pro - global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Si scenderà a patti
con il sistema-Terra
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Prove
di Olimpiadi
con la paura
del coronavirus

Messico: donne
in marcia
contro
i femminicidi

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00