function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
Il primo studio svizzero sullo sperma dei ragazzi svizzeri
Oltre la metà dei giovani
ha un seme scadente
PATRIZIA GUENZI


Tre i parametri presi in considerazione nello studio dell’Università di Ginevra, un lavoro di equipe con ricercatori di altri istituti e ospedali, per definire la qualità dello sperma: il numero di spermatozoi per millilitro, la loro mobilità e la loro morfologia. Fondamentali per valutare la salute del seme dei maschi svizzeri. Che, come detto (vedi articolo sopra), non è eccellente. Anzi, di scarsa qualità. Se uno dei tre fattori è scadente, infatti, va ad incidere sulla capacità di procreare. Se poi si presentano scadenti tutti e tre le chance di mettere al mondo un bebè si riducono al lumicino. Tra le cause, ipotizzano gli esperti, fattori ambientali e stile di vita.
Basandosi sulle referenze stabilite dall’Oms nel 2010, i risultati dello studio dei ricercatori di Ginevra hanno indicato che il 17 per cento dei giovani uomini presentano una concentrazione di spermatozoi inferiore ai 15 milioni per millilitro. D’altra parte, un quarto di loro ha meno del 40 per cento di spermatozoi mobili. Il tasso di forme morfologicamente normali è inferiore al 4 per cento nel 40 per cento dei soggetti studiati. In sostanza, nell’insieme lo studio rivela che il 60 per cento dei giovani svizzeri ha almeno uno di questi tre parametri fuori posto, al di sotto delle referenze dell’Oms e che nel 5 per cento sono presenti simultaneamente tutti e tre questi fattori di rischio.
Gli esperti suggeriscono prudenza. Un solo spermiogramma non è in grado di predire la fertilità della persona. Tuttavia, presi globalmente, questi risultati suggeriscono che la qualità del seme dei giovani svizzeri è critica e che inciderà quasi sicuramente sulla loro fertilità futura.
La ricerca ha permesso pure di osservare una correlazione tra la cattiva qualità dello sperma e l’aumento del cancro ai testicoli, che da 35 anni è salito in maniera regolare: riguarda dieci casi su 100mila uomini. Un risultato decisamente alto rispetto ad altri Paesi europei. La qualità dello sperma è generalmente inferiore nei Paesi dove l’incidenza del cancro ai testicoli è alta, spiegano infatti gli esperti. Tutto lascia ipotizzare alle conseguenze di un’alterazione dello sviluppo dei testicoli durante lo stato fetale. Ecco perché è fondamentale identificare le cause di questa cattiva qualità.
Tra una decina di anni tutti i ragazzi che hanno partecipato allo studio verranno ricontattati così da avere un quadro preciso sulla loro salute riproduttiva. Sarà interessante sapere chi ha avuto dei bambini e chi tra loro ha sofferto di un cancro ai testicoli.
26.05.2019


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
30.04.2020
Pubblicato il Rendiconto 2019 del Consiglio di Stato
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

In Francia
si riprende
ad andare
a messa

Spagna:
10 giorni di lutto
e piano di riapertura
dal primo luglio

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00