Il parere del docente sull'educazione sessuale e scuola
"L'errore più grande
è non rispondere"
PATRIZIA GUENZI


Non focalizzarsi soltanto sulla prevenzione dei rischi ma impegnarsi per la promozione di uno sviluppo sessuale sano. È quello che si prefigge un’educazione olistica che considera la sessualità non soltanto una questione biologica ma che tiene conto delle componenti psicologiche, sociali, cognitive, affettive, sensuali, culturali e morali. "Fare educazione sessuale a scuola significa anche rispondere sempre ai dubbi, alle curiosità e agli interrogativi dei bambini - sottolinea Fabio Leoni, psicologo e ispettore scolastico per la scuola dell’infanzia e elementare -. Anche a quelli più piccoli e noi educatori dobbiamo sempre prestare attenzione. L’errore maggiore è fare finta di niente, non ascoltarli".
Un’educazione olistica vuol dire anche permettere ai bambini e ai giovani di essere sensibilizzati e informati pure sui loro diritti sessuali. Attraverso un approccio positivo della sessualità, infatti, prendono coscienza dei loro bisogni, limiti, diritti così come delle loro responsabilità nell’ambito della salute sessuale. Anche in questo modo si contribuisce alle pari opportunità, a prevenire la violenza sessuale, l’omofobia, le gravidanze indesiderate e le infezioni sessualmente trasmissibili. In sostanza, l’educazione sessuale va intesa come educazione alla salute sessuale, che fa parte di un processo evolutivo per tutto il corso della vita. "Per questo nel corso della formazione scolastica è importante avvalersi della consulenza di esperti", osserva Leoni. Una consulenza che, secondo diversi indicatori disponibili, in Svizzera viene garantita efficacemente, anche nel confronto con gli altri Paesi. Non per niente la frequenza delle gravidanze fra gli adolescenti e il tasso di aborti in età compresa tra i 15 e i 19 anni sono tra i più bassi.
07.07.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
23.10.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 4 novembre 2019
15.10.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2019
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
19.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2019
17.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il forte "Zar Vladimir"
va indietro nel tempo
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Brasile: Lula
torna libero
dopo 19 mesi
di carcere

Spagna:
Sanchez
sfida
Vox

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00