function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
L'analisi degli esperti in margine al film Joker
"La causa è sempre
l'effetto delle armi"
MARIA MICHELA D’ALESSANDRO DA WASHINGTON


E se fosse vero che la violenza descritta dietro una macchina da presa possa innescare degli istinti omicidi in persone apparentemente normali? Nella patria del capitalismo spropositato, del progresso e del sogno americano, l’emendamento più discusso del Paese garantisce ancora oggi il diritto di possedere armi, senza distinzione tra un soggetto mentalmente stabile e instabile. Nessuna ricerca e studio è ancora riuscito a dare una spiegazione a quella follia irragionevole nel comprare un’arma da fuoco e uccidere.
"La violenza presente nei media colpisce persone differenti,"spiega Elizabeth Englander, professoressa di psicologia presso l’Università Statale di Bridgewater in Massachusetts. "Alcune persone potrebbero esserne influenzate, ma molte altre potrebbero non esserlo - continua - E non c’è alcun modo per controllare veramente questi tipi di effetti. Sarebbe utile se ci fosse una ricerca che potesse dirci esattamente come predire una sparatoria, ma è impossibile".
Ancora una volta, seppur un videogioco o un film possano davvero portare a voler riprodurre la violenza oltre lo schermo, sembra che il problema sia dettato dall’estrema facilità con cui si possa acquistare una pistola o un fucile negli Stati Uniti: "È possibile che le persone vogliano emulare gli attori, ma è l’accesso alle armi che porta alcune ad avere fantasie del genere", conclude Brad Bushman, professore di comunicazione di massa specializzato in psicologia sociale all’Università dell’Ohio.
06.10.2019


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
30.04.2020
Pubblicato il Rendiconto 2019 del Consiglio di Stato
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

In Francia
si riprende
ad andare
a messa

Spagna:
10 giorni di lutto
e piano di riapertura
dal primo luglio

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00